Tutto sulle cime in Dyneema

Trova la giusta cima in Dyneema per la tua barca

Qualche anno fa era comune che quasi ogni barca a vela fosse equipaggiata con molti raccordi in acciaio e funi metalliche. Oggi, non solo i raccordi, ma anche le manovre correnti e a volte i tradizionali grilli possono essere sostituiti dalle più moderne innovative cime in Dyneema. Scopri in questa guida tutti i vantaggi e le giuste cime in Dyneema per la tua barca.

Scopri ora le cime in Dyneema »

Perchè il Dyneema invece delle funi metalliche e i raccordi in acciaio ? - I vantaggi delle cime in Dyneema

La corda è più leggera dell'acciaio inossidabile e della fune metallica e a volte ha anche un carico di rottura più elevato. Questo è particolarmente evidente sulle barche durante le regate, in quanto un notevole risparmio di peso sull'attrezzatura si traduce in un risparmio di diverse centinaia di chili sul braccio di leva del rigging. Una regola marittima di base stabilisce che ogni chilo di peso aggiuntivo nel rigging debba essere compensato con circa 7 kg di zavorra in più per mantenere costante il momento di raddrizzamento. Il polietilene utilizzato per la produzione del Dyneema ha catene molecolari estremamente lunghe che garantiscono al materiale una resistenza alla trazione molto elevata. Le funi in Dyneema possono raggiungere fino a 5 volte la resistenza alla trazione delle funi in poliestere e sono altrettanto resistenti alla trazione dell'acciaio a parità di spessore. Il Dyneema ha dunque il più basso allungamento a rottura di tutte le fibre sintetiche. Inoltre, il Dyneema è perfetto per le lavorazioni del cordame, e attrezzare e impiombare sarà un’attività piacevole. Un altro vantaggio dell'utilizzo del cordame in Dyneema a bordo di uno yacht è la sua galleggiabilità perché è più leggero dell'acqua e resistente ai raggi UV. L'unico svantaggio notevole delle corde in Dyneema è il suo allungamento permanente sotto carico elevato.

Quando è stata inventata la cima in Dayneema?

Negli anni '80 l’azienda DSM ha inventato il Dyneema, una fibra sintetica con un'altissima resistenza alla trazione e un bassissimo allungamento a rottura. Queste proprietà sono proprie del polietilene ad altissimo peso molecolare "Ultra-High Molecular Weight Polyethylene (UHMwPE)", utilizzato per la sua produzione.

Perchè un minore allungamento delle manovre correnti garantisce maggiori prestazioni?

Il segreto del Dyneema sta proprio in queste lunghissime catene molecolari, che possono trasferire meglio il carico alla struttura polimerica. Per esempio, le funi in Dyneema possono raggiungere fino a 5 volte la resistenza alla trazione delle funi in poliestere e sono altrettanto resistenti alla trazione dell'acciaio a parità di spessore. Il Dyneema ha dunque il più basso allungamento a rottura di tutte le fibre sintetiche. Inoltre, il Dyneema è perfetto per le lavorazioni del cordame, e attrezzare e impiombare sarà un’attività piacevole. Un altro vantaggio dell'utilizzo del cordame in Dyneema a bordo di uno yacht è la sua galleggiabilità perché è più leggero dell'acqua e resistente ai raggi UV. L'unico svantaggio notevole delle corde in Dyneema è il suo allungamento permanente sotto carico elevato.

Che importanza hanno l‘anima e la guaina per le corde in Dyneema?

Dall'invenzione della corda ad alte prestazioni in Dyneema, l'azienda olandese DSM ha ottimizzato e modificato più volte questa fibra. Il primo tipo di fibra si chiamava SK 60. Gli ulteriori sviluppi prendono il nome di SK 75, 76, 78, 78, 90, 90, 95 e 99. SVB ti offre le migliori corde con fibre Dyneema della tradizionale azienda di Brema Gleistein. Per l'uso sugli yacht, vengono prodotte quasi esclusivamente corde intrecciate, di solito con un intreccio anima-guaina, dove l'anima porta il carico della corda e una guaina "protegge", per così dire, l'anima. Offriamo corde rivestite in pura fibra in Dyneema, Gleistein DYNA ONE e corde con anima in Dyneema e guaina in poliestere.

L'anima in Dyneema riduce l'allungamento della scotta, la guaina intorno all'anima in Dyneema assicura che il cordame su verricelli, bitte e stopper sia tenuto più saldamente. In questo caso, questa copertura non ha funzione portante. Importanti per la qualità dell'anima sono l’intrecciatura e la sua post-lavorazione. Normalmente per l’anima viene utilizzata una treccia a dodici o sedici intrecci. Con un'intrecciatura a dodici, i singoli fili di fibra si trovano più nella direzione del carico che con un'intrecciatura a sedici - i singoli filati si avvolgono meno l'uno intorno all'altro e c'è più materiale fibroso a una determinata lunghezza e spessore dell'anima, il che riduce l'allungamento della scotta.

Offriamo corde rivestite in pura fibra in Dyneema e corde con anima in Dyneema e guaina in poliestere.

Perchè le corde in Dyneema devono essere impiombate e non annodate?

Le corde in Dyneema devono essere impiombate, non annodate, poiché i nodi fanno perdere alla fibra in Dyneema più del 50% del suo carico di rottura e devono quindi avere una dimensione maggiore. Un’impiombatura eseguita correttamente assicura che la resistenza della corda lineare possa essere raggiunta con la minima perdita. Una guaina in più tra l'anima e la guaina esterna può essere applicata tramite la nostra attrezzatura professionale nei punti che devono essere resi spessi (per esempio, su verricelli e stopper). In generale le corde Dyneema possono essere giuntate molto bene, non importa se si tratta di una giunzione ad occhio, una giunzione a ditale o un collegamento a fune. Ecco una tabella di confronto per il Dyneema della resistenza delle giunzioni rispetto ai nodi con un diametro della corda di 16 mm.

Carico di rottura del cordame in dyneema impiombato vs. annodato

Ø mm Carico di rottura impiobatura Perdita max. carico di rottura Carico di rottura in nodo bolina Carico di rottura nodo a 8
MegaTwin Dyneema® 16 12.000 -56% 5.250 5.875
Dyna Lite 16 9.500 -62% 3.575 4.650
DynaOne® 16 20.500 -78% 4.500 6.450

Quali cime in Dyneema ad alte prestazioni sono adatte per le regate?

Le regate a vela sono uno sport ad alte prestazioni che richiede grande resistenza, esperienza e performance da parte dei velisti. Non è richiesto solo il lavoro di squadra, ma anche i migliori materiali e le migliori corde. Come velista da regata avrai naturalmente bisogno di manovre con un allungamento minimo e un peso della testa d’albero più basso possibile. Il ridotto allungamento è garantito dal nucleo in fibra Dyneema. La parte esterna dovrebbe assolutamente garantire la migliore tenuta nei raccordi. Un best seller nel mondo delle corde per le regate è il nostro DYNA ONE di Gleistein. Questa corda è un intreccio in puro Dyneema a 12 capi con rivestimento speciale e senza guaina. DYNA ONE offre la resistenza e il carico di rottura di una fune metallica a un ottavo della sua massa. Viene utilizzata principalmente come cima di controllo, assetto e di virata su barche da regata a vela. L’assenza della copertura non solo fa risparmiare peso, ma permette anche alle manovre di scorrere più facilmente attraverso i bozzelli e le pulegge.

Quali cime in Dyneema sono adatte per crociere e navigazione in alto mare?

Quando un velista da diporto o in alto mare naviga per diversi giorni o addirittura settimane con forti venti e mare mosso, aumentano anche le esigenze delle manovre correnti. Le drizze e le scotte sono spesso sottoposte a carichi estremamente elevati in punti specifici su drizze, stopper e winch, il che porta in primo piano i fattori di resistenza all'abrasione e l'allungamento a lungo termine della corda durante la sua selezione. Qui ti consigliamo vivamente di utilizzare drizze e scotte con anima in Dyneema puro a 12 trecce, come ad esempio la corda CRUISE XP sviluppata da noi in collaborazione con Gleistein. Questo garantisce la tensione della drizza anche per un periodo di tempo più lungo, è disponibile in diversi colori e spessori e offre anche un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Quali cime in Dyneema sono adatte per la navigazione nel weekend e nel tempo libero?

La corda Dyneema più adatta a te e al tuo yacht dipende dalle prestazioni e dalle tue abitudini di navigazione. Per i velisti del fine settimana e da diporto, la fascia di prezzo più bassa offre anche corde senza fibra in Dyneema, in quanto in questo caso le vele ad alte prestazioni non vengono generalmente utilizzate.

Trova la cima in Dyneema giusta per la tua barca

Utilizzo cima Cruise XP MegaTwin Dyneema Dyna One Dyna Lite
Drizze
Grande
Fiocco
Gennacker
Linea
Scotte
Vela di prua
Scotta spinnaker
Crossbar spinnaker
Grande
Trim / Linea di virata
Amantiglio
Vang albero spinnaker
Vang albero
Recupero albero
Controller virata gennaker
Paterazzo
Linea avvolgifiocco
Traveller genoa
Traveller randa
Barber Hauler
Estensore gratile
Cunningham
Linea trim