Trovare e applicare la giusta antivegetativa

Come trovare e applicare l’antivegetativa per la barca

La corretta verniciatura dello scafo e soprattutto della carena è essenziale per un uso prolungato e sicuro della tua barca e una conservazione delle sue prestazioni. Un’opera viva ben mantenuta assicura una migliore manovrabilità, una maggiore sicurezza e un consumo di carburante ottimizzato. In questa guida, rispondiamo alle domande più frequenti sulla vernice sotto la linea di galleggiamento e sulla scelta e l'applicazione dell'antivegetativa per barche. Sai già quale antivegetativa acquistare?

Vai direttamente alla nostra grande offerta di antivegetative »

Cos’è l’antivegetativa? Perché utilizzare l’antivegetativa? Cosa succede senza antivegetativa?

Per evitare incrostazioni, vegetazione e cirripedi sullo scafo, è quasi inevitabile trattare la barca con antivegetativa in primavera. Questo vale per tutte le barche che rimangono in acqua per lunghi periodi di tempo. Un rivestimento sottomarino impedisce alla vita marina, come i cirripedi e le cozze, e alla vegetazione, come le alghe, di attaccarsi al tuo scafo. La maggior parte delle antivegetative contengono biocidi, come il rame, per prevenire questi depositi. Tuttavia, ci sono altri approcci più ecologici, come i prodotti SILIC ONE di Hempel.

Senza antivegetativa

Le tre ragioni principali per trattare la barca con antivegetativa e cosa può succedere senza strato antivegetativo:

1. La barca scivola meglio sull’acqua!

Vegetali e incrostazioni rendono la tua barca più pesante e l’attrito aumenta. Questo ha un effetto notevole sulla manovrabilità e sulla velocità.

2. Manovre senza problemi!

Le incrostazioni sull'elica o sulla timoneria possono essere pericolose. Il tempo di reazione della barca alle manovre di governo rallenta e nel peggiore dei casi può portare a un guasto completo.

3. Consumo di carburante ridotto!

La maggiore resistenza dello scafo sull'acqua aumenta il consumo di carburante. Questo si traduce in costi inutili e in maggiori emissioni di CO2.

Riassunto dei vantaggi dell’antivegetativa

  • Protegge la carena da vegetazione, cozze e cirripedi
  • La barca scivola meglio e più velocemente sull'acqua
  • Protegge l'elica e il sistema del timone dalla crescita di vegetazione
  • Permette di governare meglio la barca
  • Risparmio di carburante grazie alla minore resistenza nell'acqua

La mia antivegetativa è in buone condizioni. Devo rinnovarla?

Se l'antivegetativa esistente è ancora in buone condizioni alla fine della stagione, una nuova mano dovrebbe comunque essere applicata all'inizio della stagione successiva. Tuttavia, l'efficacia dell'antivegetativa dipende meno dal numero di strati e più dallo spessore dello strato. Per applicare un nuovo strato di antivegetativa, procedere come segue:

  1. Pulir la carena della barca con acqua dolce, preferibilmente con un'idropulitrice, per rimuovere l'antivegetativa rovinata in eccesso.
  2. Carteggiare leggermente l'antivegetativa esistente mentre è bagnata.
  1. Lavare la polvere di levigatura con un prodotto adatto (ad esempio International Super Cleaner). Il solo risciacquo con acqua non è sufficiente in questo caso, poiché i grani abrasivi fini rimarranno nelle scanalature di levigatura e interferiranno con la ricostruzione.
  2. Riparare eventuali danni o piccole aree dove l'antivegetativa si è staccata. Puoi trovare le istruzioni su come farlo in questo video.
  3. A condizione che tu stia usando la stessa antivegetativa dell'anno precedente, ora puoi semplicemente applicare l'antivegetativa. Per rinnovare la protezione, basta applicare una mano di vernice per opera viva.

Ho comprato una nuova barca. Devo comunque applicare l'antivegetativa?

Assolutamente! Su una barca nuova, uno strato di antivegetativa è generalmente necessario. Su una barca nuova con uno scafo in vetroresina che arriva direttamente dal cantiere, è presente uno strato di cera per proteggere lo scafo dai danni. Questo deve essere completamente rimosso e levigato prima di applicare l'antivegetativa.

Applicare l'antivegetativa

La mia barca non è mai stata trattata. Come si applica l'antivegetativa?

In generale, tutti i materiali dovrebbero essere sgrassati, privi di polvere e asciutti prima di applicare il primer e l'antivegetativa. Super Cleaner funziona meravigliosamente per sgrassare. Sporco, olio, cera e residui di grasso possono essere facilmente rimossi.

Applicare una base o primer su superfici non trattate prima di applicare l'antivegetativa. International Gelshield 200, un primer epossidico ad asciugatura rapida, è particolarmente adatto per barche in vetroresina. Per superfici in alluminio, piombo, acciaio e legno, International Interprotect o International Primer PRIMOCON agiscono in modo affidabile. Fare attenzione agli intervalli tra gli strati, informazioni che si possono trovare anche nelle schede tecniche dei prodotti. Dopo la pulizia e il priming, si può iniziare con l'antivegetativa. Qui trovi un video utile sul pre-trattamento del tuo scafo

Antivegetativa per barche a rimorchio

È necessaria l’antivegetativa per le barche a rimorchio?

Se hai una barca a rimorchio, cioè la barca viene tirata fuori dall'acqua dopo ogni uso, non è assolutamente necessario usare un'antivegetativa. In questo caso, tuttavia, si dovrebbe prestare maggiore attenzione alla pulizia regolare dell’opera viva e preferibilmente pulire lo scafo a vapore dopo ogni uso. Se la barca rimane in acqua per diversi giorni, raccomandiamo in questo caso un rivestimento antivegetativo.

Riassunto antivegetativa – Quando e come applicare l’antivegetativa

  • Anche se l'antivegetativa è in buone condizioni, si consiglia l’applicazione di un nuovo strato di antivegetativa alla fine della stagione.
  • Anche una barca nuova, direttamente dal cantiere, deve essere trattata con l'antivegetativa.
  • Prima del primo trattamento, la barca deve essere accuratamente sgrassata, spolverata e asciugata.
  • Le barche a rimorchio devono essere trattate con l'antivegetativa solo se rimangono in acqua per diversi giorni.

Antivegetativa a matrice dura o antivegetativa autolevigante – Quale antivegetativa scegliere?

L'antivegetativa a matrice dura, come suggerisce il nome, forma una superficie dura ed è particolarmente adatta alle barche a motore veloci, alle barche a rimorchio e alle barche nei porti a secco. Abbiamo le seguenti antivegetative a matrice dura nella nostra offerta di antivegetative:

L'antivegetativa autopulente, detta anche antivegetativa autolevigante o antivegetativa a matrice morbida, ha un effetto lucidante, la vegetazione si stacca e l'antivegetativa si dissolve durante la navigazione. Eccellente per le barche a vela:

LL’antivegetativa a lenta erosione / semilevigante previene la formazione di strati ed è adatta per barche veloci. INTERNATIONAL Trilux 33

L'antivegetativa a film sottile agisce fornendo una superficie molto liscia, rendendo così più difficile l'adesione degli organismi. La superficie liscia è prodotta dall'additivo PTFE e quindi si traduce anche in una maggiore velocità e in un minore consumo di carburante. Inoltre, non si accumulano strati di vernice. SEATEC Antivegetativa a film sottile GTI 30

Antivegetativa per eliche e propulsioni, per le eliche c'è un'antivegetativa speciale, che di solito è fornita in spray, che semplifica l'applicazione. Questa speciale antivegetativa spray protegge in modo affidabile l'elica e le trasmissioni dalla vegetazione e dagli organismi marini. Alcune antivegetative per eliche si applicano con una spatola invece che con una bottiglia spray.

Applicare un'antivegetativa senza biocidi e proteggere l'ambiente. Senza biocidi nelle vernici antivegetative, ti assicuri un rivestimento dello scafo senza tossine per la tua barca e una soluzione nautica sostenibile.

Riassunto dei tipi di antivegetative

  • Antivegetativa a matrice dura: Ideale per barche a motore veloci, barche a rimorchio e barche in marine a secco.
  • Antivegetativa autolevigante: Ideale per le barche a vela per il suo effetto lucidante.
  • Antivegetativa semi-levigante: ideale per barche veloci.
  • Antivegetativa a film sottile: ha una superficie molto liscia che rende più difficile l'adesione degli organismi. Migliora la velocità e il consumo di carburante.
  • ntivegetativa per eliche e trasmissioni: protegge il propulsore dalle incrostazioni.

Fattori per la scelta dell’antivegetativa:

1 Materiale:

Non tutte le antivegetative sono adatte a tutti i materiali dello scafo. Molte antivegetative sono progettate per barche in vetroresina, legno e acciaio. Per le barche in acciaio inossidabile e in alluminio, la scelta di vernici antivegetative è un po' più ridotta. Per informazioni sulle antivegetative, si prega di fare riferimento alle informazioni sui relativi prodotti, alle pagine dei produttori o alle pagine dei prodotti.

2 Velocità:

Anche quanto velocemente si naviga con la propria barca e quanto spesso o per quanto tempo è decisivo per la scelta dell'antivegetativa ottimale. Le informazioni riguardo alla velocità per cui le antivegetative sono particolarmente adatte si trovano nelle informazioni sul prodotto.

3 Aree di applicazione:

a. Per la selezione secondo il tipo di antivegetativa, l’area o la zona in cui si trova la barca è decisivo. A seconda del tipo di acque ci può essere una concentrazione maggiore o minore di organismi marini. A seconda della temperatura, della luce solare, della salinità (acqua salata o dolce), della corrente e della qualità dell'acqua, la vegetazione varierà e un'antivegetativa in particolare sarà più adatta rispetto ad un’altra.

b. Inoltre, non tutte le antivegetative o i loro additivi sono ammessi in ogni zona, acque o Paese. In Olanda e in parte della Scandinavia, per esempio, la maggior parte delle antivegetative sono vietate.

Suggerimento: che si tratti del Mar Mediterraneo, del Mar Baltico o del Lago di Costanza, puoi informarti anche a livello locale su quali antivegetative sono particolarmente adatte e quali non devono o non possono essere utilizzate. In alcuni casi, esistono e si applicano alcuni regolamenti e linee guida. Consigliamo di controllare la legislazione locale.

4 Rivestimenti antivegetativi:

lo strato di antivegetativa esistente e il primer limiteranno la scelta di una nuova antivegetativa, a meno che non vengano rimossi completamente.

Quale antivegetativa per barche da diporto?

L'antivegetativa a matrice dura e l'antivegetativa a film sottile sono particolarmente adatte alle imbarcazioni da diporto. L'antivegetativa senza biocidi a base di silicone e idrogel protegge anche lo scafo sotto la linea di galleggiamento di una barca da diporto. Il nostro cliente Mirko Z. scrive nella sua recensione di un prodotto Silic One: "L'antivegetativa perfetta! Usata per tre anni su una barca da diporto veloce. Questa antivegetativa funziona davvero in modo impeccabile. Forma una pellicola di gel nell'acqua che si lava via quando la barca naviga. La pulizia alla fine della stagione è un gioco da ragazzi con una spugna! Anche il nuovo strato in primavera è facile da applicare, basta lavare via la polvere e applicare una nuova mano. Nessuna levigatura, nessuna pulizia con solventi! Assolutamente consigliata!”

Quale antivegetativa per barche in vetroresina?

Per le barche in vetroresina si può usare un'antivegetativa dura, autolucidante e a strato sottile. La compatibilità esatta con il materiale dello scafo VTR si trova solitamente nelle descrizioni del prodotto. L’informazione su quale antivegetativa usare per barche in acciaio o quale antivegetativa usare per le barche in legno si trova nelle descrizioni dei prodotti.

Consiglio: nel nostro negozio online puoi anche filtrare la ricerca delle antivegetative in base al materiale dello scafo.

Nota: Ricorda che le acque e le caratteristiche di navigazione (veloce / lenta) hanno anche un'influenza sulla scelta dell'antivegetativa.

Ho comprato una barca e non so che antivegetativa ha applicato il proprietario precedente

Se, per esempio quando si acquista una barca usata, non si conosce l'antivegetativa usata in precedenza, applicare prima uno strato di primer barriera (per esempio International Primocon ) e solo dopo l'antivegetativa scelta. Per cambiare l'antivegetativa, consultare la tabella di compatibilità o contattaci per maggiori informazioni.

Tabella antivegetativa

* Antivegetativa sconosciuta; ** Cattivo stato

Carteggiare l'antivegetativa esistente bagnata, risciacquare con acqua dolce e lasciare asciugare. La nuova antivegetativa può quindi essere applicata direttamente.

Rimuovere l’antivegetativa esistente completamente, ad es. Con Interstrip AF.

Applicare uno strato barriera, ad es. Primocon®. Infine applicare l’antivegetativa scelta.

L’antivegetativa International utilizzata finora non è più disponibile. Quale è la differenza coi nuovi prodotti?

International anti impronta


Cruiser Bright White diventa Cruiser 200


  • Antivegetativa levigante per acque dolci e salate
  • Migliore resistenza del colore
  • Una scelta di colori tra cui bianco puro
  • Adatta per alluminio
  • Basso contenuto di VOC

Micron Extra EU diventa Micron 350


  • Antivegetativa SPC ad alte prestazioni per più stagioni
  • Prestazioni migliorate
  • Colori migliorati
  • Micron 350 ha un basso contenuto di VOC

Cruiser Uno EU diventa Cruiser 250


  • Offre protezione per un anno
  • Adatta per barche a vela e a motore (fino a 25 nodi)
  • Colori migliorati

Ultra EU diventa Ultra 300


  • Antivegetativa a matrice dura ad alte prestazioni
  • Colori migliorati
  • Finitura dura, durevole
  • Adatta per la lucidatura e la pulizia a umido
  • Basso contenuto di VOC

Quanta antivegetativa serve? Formule per il calcolo corretto della superficie.

Per determinare la quantità di antivegetativa necessaria, bisogna prima calcolare l'area totale dello scafo sotto la linea di galleggiamento da verniciare. Questo è calcolato in modo leggermente diverso a seconda che si possieda una barca a motore, a chiglia corta o a chiglia lunga, come si può vedere dalla seguente panoramica del produttore International:

La resa pratica (m² per litro) delle singole antivegetative si trova nelle rispettive schede tecniche dei prodotti, che solitamente si trovano anche nel nostro sito web. La quantità necessaria in litri può essere calcolata con la formula: Superficie totale/ Tasso di copertura raccomandato del rispettivo colore.

13 Formel 01
13 Formel 02
13 Formel 03

Informazioni
LÜA = Lunghezza fuori tutto ● LWL = Lunghezza linea di galleggiamento ● B = Larghezza ● TG = Pescaggio ● F= Bordo libero ● 1 Piede = 0,3 Metri ● 1Metro = 3,281 Piedi ● 1 Piede quadrato = 0,098 Metri quadrati ● 1 Metro quadrato = 10,764 Piedi quadrati ● 1 Gallone = 4,545 Litri ● 1 Litro = 0,219 Galloni

Quale abbigliamento protettivo è necessario per l’utilizzo dell’antivegetativa?

Come descritto sopra, la maggior parte dei prodotti antivegetativi contiene biocidi e altre sostanze che possono essere pericolose per l'uomo. Pertanto, ti consigliamo di leggere attentamente le etichette dei prodotti e di utilizzare le attrezzature di sicurezza necessarie e l'abbigliamento adeguato per il lavoro di verniciatura.

Si prega di utilizzare guanti protettivi, occhiali di sicurezza e un'adeguata protezione per la bocca/naso con filtro antiparticolato per i lavori di carteggiatura, con protezione contro i vapori di solventi per l'applicazione dell'antivegetativa e del primer per qualsiasi lavorazione di vernice e antivegetativa. Per proteggere tutte le altre zone della pelle e i tuoi vestiti, ti consigliamo di indossare una tuta protettiva.

Quali materiali, mezzi e attrezzi servono per la stesura dell'antivegetativa?

Per rendere il processo di applicazione dell’antivegetativa il più facile e veloce possibile, hai bisogno dell'attrezzatura e degli strumenti giusti Questo include rulli e pennelli per applicare l'antivegetativa, nastro adesivo per mascherare l'area da trattare e un diluente appropriato o un detergente per pennelli per pulire l'attrezzatura.

A seconda se la vecchia antivegetativa è ancora in buone condizioni o deve essere rimossa, si può anche considerare l’utilizzo un raschietto per la vernice, una levigatrice funzionante con accessori appropriati, o un altro attrezzo per la rimozione dell’antivegetativa vecchia.

Qual è il modo migliore per applicare l'antivegetativa? È meglio usare un pennello o un rullo?

Per la maggior parte delle antivegetative sono possibili entrambi i metodi. Solo per l'International VC Offshore EU e per l'International VC 17m il produttore raccomanda solo l'applicazione con un rullo.

Applicare l'antivegetativa con un rullo è di solito il metodo più veloce per grandi aree. I rulli in schiuma sottile e i rulli in pelle d'agnello creano una superficie di alta qualità. Più veloce, ma non altrettanto perfetto, è dipingere con un rullo di mohair a fibra corta. I pennelli sono particolarmente adatti per superfici difficili e ruvide, così come per piccoli ritocchi e aree difficili da raggiungere.

Otterrai una superficie uniforme se lavori trasversalmente su una superficie non troppo grande, cioè sia orizzontalmente che verticalmente. Le ultime pennellate dovrebbero essere solo leggere e verticali. È importante pulire il pennello ogni 30 minuti circa durante il processo di lavoro, altrimenti i residui di vernice possono asciugarsi nel pennello, rendendo la superficie meno uniforme. Generalmente raccomandiamo l'uso di pennelli di alta qualità per evitare che rimangano residui delle setole sullo scafo.

Piccolo consiglio del tecnico SVB: „Se muovi il pennello con un angolo di 45° durante la lavorazione, eviterai di lasciare segni e strisci.“

Riassunto dei materiali e degli strumenti per applicare l’antivegetativa

  • La quantità necessaria in litri può essere calcolata con la formula: Superficie totale / Tasso di copertura raccomandato dell’antivegetativa.
  • Avrai bisogno dell'abbigliamento protettivo corretto: Guanti, occhiali, protezione bocca/naso con filtro per le particelle ed eventualmente una tuta protettiva.
  • Gli strumenti giusti renderanno il lavoro più facile: rulli, pennelli, nastro adesivo, diluente per i pennelli, raschietto e levigatrice.
  • Si può dipingere l'antivegetativa più velocemente con un rullo, mentre i pennelli sono adatti alle superfici ruvide e alle aree difficili da raggiungere. Seguire le istruzioni del produttore.
  • Dipingere verticalmente e orizzontalmente a croce per ottenere una superficie uniforme.

FAQ

Questo dipende da diversi fattori, per esempio la velocità di navigazione, in quale zona/acque si naviga e quali condizioni climatiche prevalgono. In generale, si consiglia di applicare tre strati di antivegetativa a matrice morbida (antivegetativa autolevigante) e almeno due mani di antivegetativa a matrice dura. Poiché i diversi prodotti sono rivestiti in modo diverso, ci sono più informazioni sulla frequenza di rivestimento nelle schede tecniche dei prodotti sul nostro sito web. In generale, è meglio applicare più antivegetativa che meno, soprattutto nelle zone ad alta abrasione e sollecitazione (linea di galleggiamento, timone e chiglia). Se non sei sicuro di quanti strati di antivegetativa applicare per la tua barca, contatta il nostro servizio clienti.
Il rinnovo dell'antivegetativa dipende dal suo stato. La durata di protezione dalla vegetazione dell’antivegetativa dipende dallo spessore dello strato di antivegetativa e dal tipo di rivestimento sottomarino utilizzato. Inoltre, la velocità di navigazione, la temperatura e l'acqua influenzano la durata della protezione dell'antivegetativa. Di conseguenza, la domanda "quanto spesso rinnovare l'antivegetativa" non può avere una risposta generale. Può anche essere sufficiente per ritoccare la vostra antivegetativa. Tuttavia, per ottenere un effetto ottimale, un nuovo strato di antivegetativa dovrebbe essere applicato ogni anno.
Un barattolo di antivegetativa non aperto dura praticamente per sempre, di certo almeno 1 anno. Un barattolo aperto dovrebbe essere usato completamente, se possibile. Se questo non è possibile, l'imballaggio ermetico aumenta la durata di conservazione.
Il tempo di asciugatura dell'antivegetativa dipende molto dal prodotto. Puoi trovare la durata di asciugatura nelle schede tecniche dei singoli prodotti sul nostro sito web o contattare il nostro servizio clienti.
L'antivegetativa di solito non viene diluita. Tuttavia, se la vernice antivegetativa è molto densa o si è addensata, può essere diluita per ottenere le proprietà di stesura ottimali. Se l'antivegetativa è troppo diluita, l'effetto diminuirà. Il diluente per antivegetativa serve a pulire l'attrezzatura usata e a rimuovere le macchie. Prima di usare il diluente, è importante informarsi se è adatto alla tua antivegetativa. Se hai altre domande, non esitare a chiamarci.
In Olanda ci sono speciali requisiti legali per l'uso dell'antivegetativa nel settore privato. Le vernici marine sotto la linea di galleggiamento che contengono biocidi sono permesse solo se hanno un numero di approvazione speciale. Ottenere tale approvazione comporta costi relativamente alti per i produttori. SVB ha Epifanes Copper-Cruise nel suo assortimento, un'antivegetativa autolucidante approvata per l'Olanda. Altrimenti, il modo più semplice per trovare un'antivegetativa approvata è direttamente sul posto. Naturalmente, si può sempre usare un'antivegetativa senza biocidi, come Hempel Silic One.
Sfortunatamente, la spedizione espressa di antivegetative o altre pitture e vernici non è possibile, poiché questi prodotti sono considerati merci pericolose e non possono essere trasportati per via aerea.
Se vuoi applicare l'antivegetativa in Scandinavia, informati bene sulle condizioni legali locali. In Svezia, per esempio, è possibile ottenere le liste degli agenti antivegetativi permessi da un'agenzia governativa di ispezione.
La temperatura adatta per la lavorazione dell'antivegetativa deve essere compresa tra i 10 e i 30°C e l'umidità non deve superare il 65% perché questo può influire sull'asciugatura della vernice. Non applicare mai l'antivegetativa alla luce diretta del sole o quando lo scafo è surriscaldato dal sole. Evitare di applicare l'antivegetativa in condizioni di vento.
Raccomandiamo di applicare l'antivegetativa qualche settimana prima che la barca venga rimessa in acqua, o comunque poco prima, poiché i principi attivi della vernice cominciano a diffondersi dopo l'applicazione e l'antivegetativa può aver perso parte della sua protezione se viene applicata troppo in anticipo.