lang-it
Deutsch
English
Nederlands
Français
Español

Carrello

Menu
Motori fuoribordo e accessori

Motori fuoribordo e accessori

Motori fuoribordo e accessori

Un motore fuoribordo è l'ideale per l'uso con un gommone o su una barca a scafo rigido. Poichè tutti i componenti (motore, trasmissione di potenza, cambio, elica) si trovano in un'unica unità costruttiva, il fuoribordo può essere fissato e smontato dal tender o dallo yacht senza molto sforzo. I motori fuoribordo possono anche essere utilizzati come azionamento ausiliario per barche a vela o yacht a vela. Per la maggior parte, questi motori sono motori a combustione, ma alcuni ambiti di sport acquatici richiedono l'uso di motori fuoribordo con motori elettrici per motivi ambientali.

Le barche più piccole hanno un solo fuoribordo. Quando si utilizzano due motori fuoribordo, viene spesso utilizzato un motore con elica sinistra e uno con elica destra. A causa della direzione di rotazione opposta, la barca ha un effetto vite neutralizzato e una migliore stabilità direzionale.
 
I motori fuoribordo sono montati principalmente a poppa della barca o in un vano motore vicino alla poppa. Il motore può spesso essere sollevato o inclinato verso l'alto per evitare danni all'unità subacquea durante il trasporto o l'ormeggio. Se i motori fuoribordo sono montati lateralmente e orientabili, la barca può essere governata in modo più efficace che con un solo timone. Pertanto, la maggior parte delle barche con fuoribordo non ha un timone.
 
I motori fuoribordo sono prodotti per il montaggio su varie barche con alberi di lunghezza diversa. il gambo normale o il gambo corto (15 ") e il gambo lungo (20") sono molto diffusi. La lunghezza dell'asse richiesta è praticamente determinata dal costruttore della barca attraverso l'altezza dello specchio della barca. Quando si installa un motore fuoribordo con una lunghezza dell'albero che non corrisponde allo specchio dell'imbarcazione, le caratteristiche di navigazione dell'imbarcazione peggiorano.
 
I motori fuoribordo più piccoli sono spesso dotati di avviamento manuale e timone di comando, che fa ruotare il motore nella sua staffa attorno al suo asse verticale verso sinistra o destra. Solitamente un piccolo serbatoio viene integrato nell'alloggiamento del motore, ma può anche essere collegato a serbatoi separati per fuoribordo, che sono spesso dotati di un indicatore di livello e di una camera di riserva. I fuoribordo più robusti sono dotati di starter elettrici, solitamente con batterie di avviamento e alimentatori di bordo.

Nelle aree interne, dai 16 anni in su si possono utilizzare imbarcazioni da diporto fino a 15 metri di lunghezza senza licenza, a condizione che la potenza netta del motore di propulsione non superi 11,03 kW (15 cv) e che non vi siano fini commerciali. L'unica eccezione a questa regola è il Reno. Per una potenza netta superiore a 2,68 kW è necessaria una patente di guida a norma internazionale.

Nella zona marittima, le imbarcazioni da diporto fino ad una potenza del motore netta massima di 3,68 chilowatt (5 cv) possono essere utilizzate senza licenza per imbarcazioni da diporto, indipendentemente dall'età, a condizione che non siano utilizzate a fini commerciali. Con una potenza netta da 3,69 a 11,03 kW, lo skipper deve avere almeno 16 anni per poter utilizzare una barca da diporto senza licenza per scopi privati. Non esiste un limite di lunghezza per le imbarcazioni da diporto.
Naturalmente, questo regolamento non si applica solo alle imbarcazioni più piccole con motori fuoribordo, ma anche alle imbarcazioni a motore o a vela con motore diesel incorporato. Già nell'imminenza e anche dopo l'entrata in vigore, nell'ottobre 2012, del regolamento che modifica il regolamento sulle imbarcazioni da diporto, sono state espresse fortissime contraddizioni e preoccupazioni in materia di sicurezza. Tutto quello che possiamo fare qui è fare appello al senso di responsabilità degli skipper da diporto per affrontare "sensibilmente" la forte motorizzazione. In alcune situazioni il nuovo regolamento può anche essere un vantaggio per la sicurezza: "In situazioni di crisi, molte barche sono state pericolosamente sottoalimentate con un motore da 5 CV".

SVB utilizza cookies per garantire un acquisto facile e sicuro. Utilizzando le nostre pagine, accetterai l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Per saperne di più...  Ok