Vele e accessori

Hai bisogno di una trinchetta per completare il tuo "guardaroba" da vela o vuoi sostituire i fili di assetto usurati del tuo genoa? Nella nostra categoria Vele e Accessori troverai anche i piccoli, ma importanti aiutanti per rendere piacevole la navigazione e per mantenere in buono stato il tuo assetto vele. Per saperne di più su Vele e accessori...
Valutazioni
Produttori
Fascia di prezzo
Availability
Tutti i filtri

Vele e accessori

- Scopri tutto sui diversi tipi di vele e sulla corretta manutenzione delle vele -

Esistono molti tipi diversi di vele, quindi per avere un'idea della varietà e dei possibili usi è importante essere in grado di distinguere tra i tipi di vele. È dunque importante approfondire l'argomento ed allargare le proprie conoscenze anche oltre questa breve guida.

Vele quadra e vela aurica

Viene fatta una distinzione fondamentale tra vele quadre e auriche. Le vele quadre si possono ancora trovare oggigiorno sulle imbarcazioni tradizionali. Vengono guidate su un pennone davanti all'albero e offrono molta superficie velica sulle rotte sottovento, ma non sono molto adatte con "correre di bolina" e richiedono un equipaggio numeroso. Pertanto, sugli yacht di oggi prevalgono le vele auriche. Queste vele vengono guidate nella direzione longitudinale della barca. Un angolo di 45 gradi rispetto al vento reale non è raro. Ciò significa che con una “rotta a zigzag” è possibile raggiungere una destinazione anche in direzione di bolina. Questo aspetto è un grande vantaggio rispetto alle vele quadre.

Randa e vela di prua

Sulle rotte sottovento, la randa e la vela di prua sono condotte verso i lati opposti come una "farfalla". Mentre di solito c'è solo una randa a bordo, che viene regolata alle condizioni del vento con il terzarolo, c'è tutta una gamma di vele di prua che possono essere utilizzate.

Il fiocco

Il fiocco è stato a lungo considerato la vela di trinchetto standard. Il fiocco autovirante è leggermente più piccolo del trinchetto triangolare, non necessita di alcuna operazione in virata e si trova sempre più spesso sulle barche per la sua comodità.

Il genoa

Attualmente il più diffuso in combinazione con un sistema di avvolgifiocco è probabilmente il genoa come vela standard, che è più grande del fiocco. Dove senza un sistema di avvolgimento la vela doveva essere issata per adattarsi alle condizioni del vento, ora una parte della superficie della vela viene "arrotolata" quando necessario. Questo si traduce in un guadagno in termini di sicurezza e di comfort a bordo. Tuttavia, il genoa non può essere avvolto quanto si vuole, perché man mano che diventa più piccolo perde sempre più del suo profilo ottimale e tutto il tessuto soffre della deformazione. Pertanto, si dovrebbe sempre avere una tormentina a bordo che può essere utile in caso di condizioni difficili. Per tutto ciò descritto sopra, un design impostato intorno al genoa avvolto è la scelta migliore. Qui non si tratta più della cosiddetta performance, ma di garantire la manovrabilità della barca, anche in caso di intemperie.

Gennaker, Blister e Code Zero

Per condizioni di vento leggero si consiglia un gennaker, blister o Code Zero, a seconda della rotta. Se la barca raggiunge poca o nessuna velocità con le vele normali, un gennaker potrebbe comunque essere in grado di raggiungere una certa velocità.

Lo spinnaker

Per lo skipper occasionale così come per l'equipaggio esperto di regata, l'uso di uno spinnaker porta dei vantaggi. Si regola la vela senza che essa sviluppi immediatamente la sua potenza e vada fuori controllo. Solo quando tutte le cime e l'equipaggio sono pronti, la vela viene "attivata" tirandola su su una cima di manovra. Allo stesso modo, la vela viene "disattivata" tirandola verso il basso. Questo rende anche molto più facile riporre la vela una volta recuperata. Attrezzare uno spinnaker non è una spesa significativa, mentre i benefici sono enormi. Le manovre possono essere ottimizzate in modalità regata e ogni piccola brezza può essere sfruttata durante un viaggio rilassato con la famiglia.

Quanto costano vele buone?

Il valore di un nuovo sistema nautico dipende da molti fattori, come la scelta del materiale e le dimensioni della barca. È probabile che l'importo dell'investimento sia di quattro cifre. Inoltre, e questo è ancora più importante, le vele sono la propulsione principale di uno yacht a vela, è quindi interesse di ogni velista preservarle al meglio e prevenire potenziali malfunzionamenti o danni.

Come prendersi cura delle vele?

Esistono diversi modi per proteggere le vele. Si consiglia inoltre di avere a bordo un piccolo kit di riparazione, con il quale è possibile riparare i danni alla vela fino a quando non viene riparata in modo professionale.

Anche quando non vengono utilizzate, le vele invecchiano comunque. Soprattutto se non vengono rimosse durante la stagione per poterle utilizzare in qualsiasi momento. La radiazione UV rende il tessuto e il filato fragili e porosi nel tempo. L'influenza dannosa può essere ridotta con una copertura per alberi e un tubo in tessuto di protezione dagli UV o una copertura per il fiocco. Se le vele sono state chiuse e coperte bagnate, dovrebbero essere assolutamente asciugate alla prossima occasione, perché anche l'umidità stazionaria indebolisce il tessuto a lungo termine.

Per quanto tempo le vele sono utilizzabili?

Di solito le vele perdono il loro profilo ottimale molto prima di rompersi e quindi non offrono più prestazioni adeguate. Di conseguenza, verrà il momento in cui la barca richiederà una nuova vela. Tuttavia, la sostituzione può essere ritardata con un attento processo di riparazione e la giusta cura.

Valutazioni e recensioni dei clienti

Tutte le recensioni (114.657)
Icona profilo utente

Robert L. su 20.07.2021

SVB una garanzia come sempre

Icona profilo utente

Giuliano D. su 16.07.2021

Ottimo e veloce L'aquisto sempre sotto controllo

Icona profilo utente

Tiziano B. su 07.07.2021

Le consegne sono puntuali