lang-it
Deutsch
English
Nederlands
Français
Español

Carrello

Menu
Trova il giubbotto di salvataggio perfetto

Trova il giubbotto di salvataggio perfetto

Anche ai marinai più esperti e agli appassionati di sport acquatici è successo: un'onda alta, una tempesta, un errore di comando o uno sbaglio durante l’ormeggio e si cade in acqua. In questi casi, un giubbotto di salvataggio può salvarti la vita! Ogni barca dovrebbe avere a bordo giubbotti di salvataggio sufficienti per l'intero equipaggio. Ma quale giubbotto di salvataggio è il migliore tra la vasta offerta di modelli? Cosa contraddistingue un buon giubbotto di salvataggio e come dovrebbe essere addossato? Scopri tutto sulla selezione dei giubbotti di salvataggio nella nostra guida ai giubbotti di salvataggio.

Scopri i giubbotti di salvataggio »

Cosa bisogna valutare prima dell’acquisto di un giubbotto di salvataggio?

La scelta di giubbotti di salvataggio sul mercato è molto vasta. I marchi SEATEC, Secumar, Marinepool, Kadematic e Spinlock hanno lanciato numerosi giubbotti di salvataggio con forme, dimensioni, pesi e prezzi diversi. La scelta può essere difficile. Se acquisti il tuo giubbotto di salvataggio online o in un negozio, prima di concludere l’acquisto dovresti considerare le seguenti domande:

  • Il giubbotto di salvataggio viene utilizzato da una sola persona o da più persone (ad es. su barche a noleggio)?
  • In quali condizioni e dove deve essere indossato il giubbotto di salvataggio (zone interne / costiere, alto mare, gommone o regata a vela, canoa, pesca o rafting)?
  • Quali indumenti si indossano sotto il giubbotto di salvataggio?
  • Il giubbotto di salvataggio viene indossato per tutta la durata della navigazione o solo in determinate situazioni?

Classi di galleggiabilità dei giubbotti di salvataggio

La forza di galleggiamento di un giubbotto di salvataggio viene calcolata in Newton (N). Il Newton è l'unità di misura della forza. Secondo la norma DIN EN ISO 12402, i giubbotti di salvataggio sono suddivisi in quattro diverse classi a seconda della loro forza di galleggiamento: 50 N, 100 N, 150 N e 275 N.

Per trovare un giubbotto di salvataggio con una forza di galleggiamento adeguata, il peso corporeo di chi lo indossa non ha quasi nessuna importanza. Lo scopo principale di un giubbotto di salvataggio è infatti quello di mantenere la testa di chi lo indossa sopra l'acqua di modo che il viso rimanga sopra la superficie e le vie respiratorie siano libere anche in caso di svenimento. La testa ha circa lo stesso peso per ogni persona. Molto più importante per la scelta del giubbotto di salvataggio giusto è l'abbigliamento che viene solitamente indossato sotto il giubbotto stesso. Quando si indossano molti strati o abiti pesanti offshore, molta aria può rimanere intrappolata negli indumenti, rendendo difficile o addirittura impossibile girarsi o venire ruotati in una posizione sicura in caso di svenimento. È importante che il giubbotto di salvataggio abbia un volume maggiore dell'aria che può essere intrappolata nell'abbigliamento.

Giubbotti salvagente da 50 N di galleggiabilità

I giubbotti di salvataggio con una forza di galleggiamento di 50 N sono chiamati anche (giubbotti) salvagente. Questi salvagenti non hanno il collo e non hanno una forza di galleggiamento sufficiente a tenere la persona o la sua testa sopra l'acqua autonomamente, possono offrire solo un supporto al galleggiamento. I giubbotti galleggianti da 50 N sono giubbotti rigidi in schiuma. Devono essere utilizzati solo da buoni nuotatori e vicino alla costa o in casi in cui è garantito un aiuto e un soccorso rapido, ad esempio come giubbotto da regata per gommoni, per lo sci nautico o per escursioni in canoa e in kayak. In questi casi, questo sostegno al galleggiamento è un supporto leggero e confortevole per la persona in acqua e per poter nuotare fino al gommone o alla barca senza troppi impedimenti. Soprattutto per i principianti e gli sportivi occasionali, un ausilio per il nuoto rigido in schiuma è un’ottima opzione economica e sicura.

Giubbotti di salvataggio da 100 N di galleggiabilità

I giubbotti di salvataggio con galleggiabilità da 100 N hanno il collo e sono ideali per l'uso da parte di adulti di taglia e peso medio, nelle zone interne e in acque riparate non agitate. I giubbotti di salvataggio da 100 N sono per lo più giubbotti di salvataggio rigidi in schiuma, giubbotti di salvataggio per bambini o giubbotti di salvataggio individuali che possono essere innescati manualmente. Questi giubbotti di salvataggio hanno un corpo galleggiante in schiuma che mantiene il corpo ulteriormente al caldo. In caso di emergenza, non devono essere gonfiati prima, ma sono immediatamente pronti per l'uso. Questo rende i giubbotti di salvataggio rigidi in schiuma particolarmente adatti nei casi in cui non debbano essere indossati permanentemente a bordo, ma solo in determinate situazioni. Sono caratterizzati dalla loro facilità d'uso. Per i principianti nella navigazione a bordo di gommoni, un giubbotto da 100 N è un’ottima soluzione economica. Questi giubbotti di salvataggio non sono sufficienti in condizioni molto impegnative. Il materiale è resistente, ma la galleggiabilità della schiuma (preferibilmente polietilene o cloruro di polivinile) può essere danneggiata dalla luce solare e dall'acqua salata, riducendo così la forza di galleggiamento del giubbotto stesso. Questi giubbotti di salvataggio rigidi sono più economici rispetto ai giubbotti di salvataggio gonfiabili e non richiedono alcuna manutenzione.

Giubbotti di salvataggio da 150 N di galleggiabilità

I giubbotti di salvataggio con galleggiabilità da 150 N sono adatti per le zone costiere e sono molto popolari sulle barche a motore. Quando si indossano indumenti "normali" di uso quotidiano prevengono dallo svenimento, cioè sostengono chi li indossa in caso di svenimento e quindi fanno in modo che la bocca e il naso rimangano sopra l'acqua. I giubbotti di salvataggio con galleggiamento da 150 N sono giubbotti di salvataggio gonfiabili. In caso di emergenza, i giubbotti di salvataggio gonfiabili si riempiono di CO2 manualmente o automaticamente quando entrano in contatto con l'acqua. Un giubbotto di salvataggio manuale o semiautomatico può essere la scelta giusta se si desidera essere sicuri che il giubbotto di salvataggio non venga accidentalmente innescato da spruzzi d'acqua. Il comfort di movimento e il peso ridotto fanno dei giubbotti di salvataggio automatici o semiautomatici la migliore soluzione per l'uso permanente a bordo e a bordo di gommoni professionali. Se chi lo indossa è già incosciente o sotto forte stress quando cade in acqua, un giubbotto di salvataggio a sgancio manuale non fornisce protezione. Tutti i giubbotti di salvataggio automatici possono essere convertiti in giubbotti di salvataggio semiautomatici. Ad esempio, è possibile attivare manualmente un giubbotto di salvataggio automatico quando si rema e poi convertirlo nuovamente in automatico quando si naviga.

Giubbotti di salvataggio da 275 N

I giubbotti di salvataggio automatici sono la scelta ideale se si naviga in alto mare o in condizioni estreme. Soprattutto se si indossano abiti offshore o cerate pesanti, si dovrebbe scegliere un giubbotto di salvataggio di classe 275 N per equilibrare il volume delle sacche d'aria intrappolate nell'abbigliamento in caso di emergenza. I giubbotti di salvataggio da 275 N e 150 N sono generalmente indossati con scopo preventivo, cioè permanentemente a bordo, e devono quindi offrire la massima libertà di movimento possibile, essere molto comodi e allo stesso tempo rispondere alle esigenze meccaniche. Questi vantaggi rendono un giubbotto di salvataggio automatico molto più costoso di un giubbotto di salvataggio in schiuma. Anche i giubbotti di salvataggio automatici devono essere sottoposti a manutenzione ogni 2 anni.

Molti giubbotti di salvataggio hanno una forza di galleggiamento superiore a quella della classificazione standard. Ad esempio, molti giubbotti di salvataggio da 275 N hanno in realtà una forza di galleggiamento di 300 N e quindi offrono un vantaggio in termini di sicurezza.

Accessori per giubbotti di salvataggio automatici

Per una maggiore sicurezza, ad un giubbotto di salvataggio gonfiabile possono essere aggiunti vari accessori. È importante che gli accessori siano stati approvati dal produttore del giubbotto di salvataggio per il modello in questione. Gli accessori non approvati dal produttore non sono stati testati insieme a quel determinato giubbotto di salvataggio e la compatibilità non può essere garantita. Di conseguenza, il giubbotto di salvataggio non è più conforme a quella tipologia e perde l’approvazione CE. In questo caso, il produttore non offre più alcuna garanzia per il prodotto. Gli accessori non approvati saranno rimossi durante la manutenzione del giubbotto di salvataggio. Se ciò non fosse possibile, la manutenzione verrà rifiutata.

Spraycap per giubbotti di salvataggio

Uno spraycap, detto anche sprayhood, funge da cappuccio di protezione. In caso di emergenza può essere tirato sopra alla testa e al giubbotto di salvataggio gonfiato. La persona è protetta così contro le onde e gli spruzzi d'acqua. Uno sprayhood contrasta anche l'ipotermia. Non tutti i cappucci di protezione contro gli spruzzi d'acqua sono adatti ad ogni giubbotto. Gli spraycap sono totalmente adatti al rispettivo giubbotto di salvataggio. Gli sprayhood possono essere aggiunti in un secondo momento al giubbotto di salvataggio senza grandi spese.

Cinghia inguinale per giubbotti di salvataggio

Alcuni giubbotti di salvataggio hanno un cinturino inguinale già installato o incluso nella consegna. Per gli altri giubbotti di salvataggio è possibile aggiungere un cinturino inguinale separatamente. Una cinghia inguinale o un'imbracatura inglese fissa ulteriormente il giubbotto di salvataggio al corpo ed evita che il giubbotto scivoli verso l'alto attraverso la testa.

Luci per giubbotti di salvataggio

La maggior parte dei giubbotti di salvataggio automatici possono essere equipaggiati con luci marine per aumentare la possibilità di un rapido soccorso in condizioni di scarsa visibilità o oscurità. Ogni produttore utilizza un sistema di illuminazione leggermente diverso. Alcune luci vengono attaccate direttamente sul corpo d'aria e illuminano l'intero giubbotto, altri produttori utilizzano luci a forma di antenna, che vengono fissate al giubbotto con nastro in velcro e in caso di emergenza si attivano automaticamente a contatto con l'acqua e al rilascio del giubbotto di salvataggio oppure possono essere attivate manualmente. La durata delle singole luci dei giubbotti di salvataggio varia notevolmente, da 2 a 10 ore.

Segnalatori per giubbotti di salvataggio

Numerosi trasmettitori di soccorso sono compatibili anche con i giubbotti di salvataggio e consentono un salvataggio ancora più rapido in acqua. Sia che si tratti di AIS, DSC, EPIRB o PLB o di un trasmettitore di ricerca della direzione - è importante notare che non tutti i trasmettitori di soccorso si adattano ad ogni giubbotto di salvataggio. Alcune combinazioni possono anche essere pericolose e i dispositivi AIS o le loro antenne possono ferire l'utilizzatore o il corpo galleggiante a causa della presenza di angoli e spigoli. È anche possibile che il giubbotto di salvataggio blocchi l'estensione dell'antenna o che il giubbotto di salvataggio e il trasmettitore di soccorso si blocchino a vicenda. Un trasmettitore di soccorso deve essere esplicitamente approvato per il rispettivo giubbotto di salvataggio per garantire il corretto funzionamento del trasmettitore e del giubbotto di salvataggio stesso.

Lifeline per giubbotti di salvataggio

Su molti giubbotti di salvataggio è possibile applicare una cosiddetta Lifeline, nota anche come sagola di salvataggio o cintura di sicurezza. La lifeline viene fissata all'altro lato della corda tesa o ad un occhiello a bordo. Se la persona cade a mare, è saldamente fissata all'imbarcazione tramite questa linea di sicurezza e può essere facilmente riportata a bordo. Le lifeline sono disponibili per bambini e adulti come cinghia fissa o elastica. Scopri anche i nostri set di giubbotti di salvataggio SEATEC, che vengono consegnati con la Lifeline!

Giubbotti di salvataggio per bambini

Quando si acquista un giubbotto di salvataggio per neonati e bambini piccoli ci sono molti punti da considerare. I bambini hanno un baricentro diverso rispetto agli adulti, perché la testa è molto grande rispetto al resto del corpo. Questo ha un effetto negativo sulle capacità di rotazione di un giubbotto di salvataggio. Inoltre, i bambini piccoli hanno spesso un'alta percentuale di grasso corporeo rispetto agli adulti, il che ha un effetto negativo sulle prestazioni di rotazione dei giubbotti di salvataggio, specialmente nelle braccia e nelle gambe. Indossare i pannolini genera anche una galleggiabilità nel posto sbagliato e contrasta la funzione di un giubbotto di salvataggio. I bambini piccoli tendono inoltre a voler vedere dove si trovano e a girarsi di pancia. Agiscono così inconsciamente contro il vero significato del giubbotto di salvataggio. Per i bambini piccoli, quindi, la distribuzione della galleggiabilità è particolarmente importante. Un giubbotto di salvataggio automatico è il modo migliore per contrastare le condizioni negative iniziali, poiché il galleggiamento è distribuito in modo ottimale intorno al collo. Molti produttori offrono giubbotti di salvataggio automatici per bambini di peso pari o superiore a 15 kg, cioè a partire da circa 2 anni di età. I nostri esperti di sicurezza SVB, invece, consigliano l'acquisto di un giubbotto di salvataggio per bambini con sgancio automatico solo a partire dai 5 anni circa, quando il bambino sa nuotare. A differenza di un giubbotto di salvataggio solido, i bambini con un giubbotto di salvataggio con innesco automatico affondano nell'acqua prima che il corpo galleggiante si gonfi.

I giubbotti di salvataggio in materiale rigido hanno il vantaggio, soprattutto per i bambini, di offrire anche un certo grado di protezione contro le lesioni. Il giubbotto di salvataggio solido in schiuma agisce da imbottitura per il corpo del bambino durante le cadute e gli impatti. I giubbotti di salvataggio rigidi sono disponibili già per bambini di peso pari o superiore a 3 kg. A differenza dei giubbotti di salvataggio automatici, proteggono il bambino fin dal primo momento in acqua. Il colore segnaletico li rende inoltre facilmente visibili. Molti giubbotti di salvataggio solidi per bambini hanno una presa o un anello di sicurezza per collegare una lifeline alla schiena. Questo ha il vantaggio che i bambini non vengono ostacolati dalla cintura di sicurezza agganciata sul davanti dell'imbragatura quando corrono e giocano a bordo ed è più difficile cadere quando la cima di sicurezza è tesa.

Sia che si scelga un giubbotto di salvataggio solido in schiuma per bambini o un giubbotto di salvataggio automatico - è importante che il giubbotto di salvataggio per bambini corrisponda sempre esplicitamente alle dimensioni e al peso corporeo del bimbo. Anche se i bambini crescono rapidamente, si dovrebbe trascurare l'aspetto finanziario e non comprare mai un giubbotto di salvataggio troppo grande. Se un giubbotto di salvataggio non si adatta perfettamente, questo può avere conseguenze fatali. I giubbotti di salvataggio per bambini troppo piccoli possono sviluppare una galleggiabilità insufficiente. I giubbotti di salvataggio troppo grandi non si adattano bene al corpo e nel peggiore dei casi il tuo bambino scivolerà fuori dal giubbotto di salvataggio.

Giubbotti di salvataggio per cani

Molti proprietari di cani non vogliono fare a meno del loro fedele compagno a bordo. Anche se molti cani sono buoni nuotatori, può essere pericoloso per il tuo amico a quattro zampe cadere o saltare in acqua, se viene portato dalla corrente o catturato in mare da correnti marine. Affinché un giubbotto per cani possa raggiungere il suo scopo, deve prima di tutto adattarsi bene e offrire al cane sufficiente comfort e libertà di movimento durante la corsa, il nuoto e il gioco, in modo che possa sopportare di indossarlo. Un sistema di cinture regolabili permette di adattare in modo ottimale il giubbotto di salvataggio rigido al corpo del tuo cane. Oltre ad una galleggiabilità sufficiente, una presa sulla schiena è particolarmente importante per riportare a bordo il tuo amico a quattro zampe dopo il salto o la caduta in acqua. Grazie al colore segnaletico e alle strisce riflettenti sui giubbotti di salvataggio, il cane sarà chiaramente visibile e la visibilità aumenta anche in caso di tempo nuvoloso o nel buio. Alcuni giubbotti di salvataggio per cani hanno un anello a D per poter fissare il cane alla barca con una linea di salvataggio.

Indossare correttamente i giubbotti di salvataggio

Un giubbotto di salvataggio è al massimo delle sue prestazioni quando viene indossato e regolato correttamente. Di seguito spiegheremo come indossare correttamente il giubbotto di salvataggio passo dopo passo:

  1. Se si indossa una giacca o una felpa con cappuccio o collo sotto il giubbotto di salvataggio, tirare su il collo dell’indumento per indossare il giubbotto di salvataggio o mettere il cappuccio sulla testa. Nelle giacche per il brutto tempo, dove il cappuccio è situato nel colletto, il cappuccio deve essere tolto dal colletto e indossato. Da un lato il giubbotto di salvataggio è più comodo, dall'altro un cappuccio impedisce alla testa di raffreddarsi troppo rapidamente in caso di emergenza.
  2. Mettiere il giubbotto con il cappuccio sulla testa o il collo tirato su
  3. Stringere la cinghia toracica dell'imbragatura in modo che solamente la punta delle dita ci passi tra la cintura e il torace.
  1. Se si desidera, è possibile togliere il cappuccio o piegare il collo della felpa o della giacca
  2. Se il giubbotto di salvataggio dispone un cinturino inguinale, indossarlo e stringerlo correttamente, ma sempre in modo che ci si possa comunque muovere liberamente. La cinghia inguinale impedisce che il giubbotto di salvataggio scivoli verso la testa in caso di emergenza.
  3. Se si dispone di una lifeline, fissarla all'imbragatura e assicurarla al ponte dell'imbarcazione.

Manutenzione dei giubbotti di salvataggio

La durata di vita di un giubbotto di salvataggio automatico è di 10 anni. Durante questo intervallo di tempo il giubbotto di salvataggio dovrebbe essere revisionato ogni 2 anni. La regolare manutenzione del giubbotto di salvataggio assicura che sia pronto all'uso in caso di emergenza e funzioni come previsto. Anche i giubbotti di salvataggio per bambini con sgancio automatico devono essere sottoposti a manutenzione ogni due anni! Sul sito web del produttore del giubbotto di salvataggio è possibile trovare la stazione di servizio autorizzata dal produttore nella propria zona.

Durante la manutenzione di un giubbotto di salvataggio automatico, le guarnizioni automatiche vengono sostituite, la forza di sgancio dell'imbragatura e la cartuccia di CO2 vengono controllate. Anche il corpo galleggiante viene ispezionato attentamente e controllato per individuare eventuali perdite e danni. In particolare, le cuciture sono sottoposte ad un'ispezione meticolosa.

Se il giubbotto di salvataggio è ancora funzionante dopo 10 anni, deve essere sottoposto a manutenzione annuale per rilevare tempestivamente i segni dell'invecchiamento. Dopo 15 anni la durata di vita di un giubbotto di salvataggio è scaduta e non viene più effettuata la manutenzione. Sebbene la manutenzione dei giubbotti di salvataggio non sia obbligatoria per legge, se si verifica un incidente dovuto a un giubbotto di salvataggio che non è stato sottoposto a manutenzione di serie, il proprietario dell'imbarcazione ne è responsabile.

Set di pezzi di ricambio per giubbotti di salvataggio

Una volta che un giubbotto di salvataggio automatico è stato attivato, il dispositivo di sgancio deve essere sostituito per rendere nuovamente operativo il giubbotto di salvataggio. Soprattutto le cartucce di CO2 dei giubbotti di salvataggio di diversi produttori possono essere molto diverse. Sono disponibili cartucce con filettatura a vite o a baionetta e diversi pesi. La cartuccia di CO2 adatta si trova nelle istruzioni per l'uso del tuo giubbotto di salvataggio. L’indicazione del peso richiesto della cartuccia di CO2 può trovarsi anche su una cucitura all'interno dell'imbragatura o stampato sul corpo galleggiante (all'interno della protezione). Se si conosce il tipo di sistema automatico e la quantità di riempimento della cartuccia di CO2, col marchio del giubbotto di salvataggio si può trovare rapidamente e facilmente il giusto set di pezzi di ricambio composto da cartuccia di CO2, pastiglia di sale e supporti nel nostro negozio online.

Trova la cartuccia adatta al tuo giubbotto di salvataggio »

Direttive e regolamenti per i giubbotti di salvataggio.

Per garantire che un giubbotto di salvataggio offra la protezione promessa in caso di emergenza, in Europa deve soddisfare determinati requisiti. Il regolamento DPI prevede un esame UE completo e il controllo della produzione da parte di un'istituzione ufficiale. La progettazione tecnica di un DPI (dispositivo di protezione individuale) deve essere in linea con i requisiti di questa direttiva o regolamento. A tale scopo ci sono delle norme in tutta Europa, come la DIN EN ISO 12402 per i salvagenti e giubbotti di salvataggio e la DIN EN ISO 12401 per corde e cinture di sicurezza. L’identificazione CE di un giubbotto di salvataggio conferma la conformità a questi requisiti. Non solo il giubbotto di salvataggio, ma tutti i suoi componenti, come strati, tessuti, cinghie e accessori, sono soggetti a standardizzazione e normalizzazione. Accessori come spraycap, luci per giubbotti di salvataggio e cinture inguinali devono essere approvati dal produttore per il rispettivo giubbotto di salvataggio, altrimenti il giubbotto di salvataggio potrebbe perdere la sua approvazione CE.

I giubbotti di salvataggio più vecchi potrebbero avere ancora l'approvazione BG, che nel frattempo è stata sostituita dall'approvazione CE.

Nelle navigazioni commerciali, un cosiddetto timone SOLAS identifica il giubbotto di salvataggio come modello collaudato. Il termine SOLAS sta per „International Convention for the Safety of Life at Sea“ (it.:"Convenzione internazionale per la sicurezza della vita umana in mare") e fa riferimento ad una convenzione delle Nazioni Unite sulla sicurezza delle imbarcazioni. I giubbotti di salvataggio certificati SOLAS, ad esempio, devono essere dotati di una luce di emergenza marina.

FAQ

Il dispositivo di sgancio automatico dei giubbotti di salvataggio ora disponibili sul mercato è così sofisticato che i giubbotti non si gonfiano involontariamente quando piove o a causa degli schizzi. Se il giubbotto di salvataggio è esposto per un lungo periodo di tempo ad un ambiente ad alta umidità, questo può influire sul dispositivo di sgancio automatico e il giubbotto di salvataggio può innescarsi involontariamente.
Se il giubbotto di salvataggio non è al momento in uso, deve essere conservato asciutto, al buio e non a temperature troppo calde o troppo fredde. È importante permettere al giubbotto di salvataggio e alla pastiglia di sale in esso contenuta di asciugarsi completamente dopo una crociera in condizioni di alta umidità o in caso di forti piogge o spruzzi d'acqua. Per fare questo, si consiglia di appendere il giubbotto sotto il telone nel cockpit. In nessun caso il giubbotto di salvataggio deve essere asciugato sotto il sole cocente o nel salone riscaldato.
Un giubbotto di salvataggio è costituito principalmente da materiali compositi e può essere facilmente smaltito come rifiuto indifferenziato. Con i giubbotti di salvataggio automatici, le cartucce di CO2 e le altre parti metalliche devono essere smaltite separatamente. Eventuali luci di emergenza o trasmettitori di emergenza possono essere smaltiti come residui elettronici. Fai attenzione a rimuovere le batterie e gli accumulatori dalle apparecchiature elettroniche e smaltiscili separatamente.

SVB utilizza cookies per garantire un acquisto facile e sicuro. Utilizzando le nostre pagine, accetterai l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Per saperne di più...  Ok