lang-it
Deutsch
English
Nederlands
Français
Español
Supporto tecnico: +39 0694806238

Carrello

Menu

Parabordi per barche

Il parabordo per le imbarcazioni è un corpo di protezione che protegge le superfici esterne delle barche da abrasioni allo scafo ed evita che la parte esposta all'esterno possa subire danni durante le manovre di ormeggio o in caso di avvicinamento tra barche. Lungo o sferico, rosso, blu, bianco e anche verde o giallo – il parabordo, non importa quale sia il tipo di imbarcazione, deve trovarsi sempre a bordo e fa parte dell'attrezzatura di base per gli amanti degli sport acquatici. Si potrebbe pensare che la scelta del parabordo sia un gioco da ragazzi – ma non è così! L'incertezza su quale sia il parabordo da acquistare in base alle circostanze e su quale sia l'equipaggiamento di cui rifornirsi è all'ordine del giorno. In questa piccola guida al parabordo cercheremo di rispondere alle domande più frequenti riguardo a questi oggetti gonfiabili di protezione e di offrirvi consigli utili.

Bootsschuhe an Deck

2, 4 o 6? Quanti parabordi dovrei avere a bordo?

A bordo non si ha mai un numero sufficiente di parabordi. Ma poichè sarebbe necessario molto spazio, la domanda corretta dunque è: qual'è il giusto numero di parabordi di cui dotarsi? Con un'imbarcazione di lunghezza fino a 10 metri dovrebbero essere a disposizione almeno 2 parabordi per lato, dai 10 metri in su sono consigliabili 3-4 per lato in base al tipo di imbarcazione. Si dovrebbero avere sempre a portata di mano anche due parabordi di ricambio. Inoltre, oltre ai parabordi di misura "normale", sarebbe utile dotarsi di almeno due parabordi più grandi in caso di ormeggio prolungato, per proteggersi da danni dovuti al forte moto ondoso e al mareggio.

Sferici o meglio lunghi e sottili – tutti i diversi tipi di parabordo.

Come detto in precedenza, da un lato lo spazio a bordo limitato e dall'altro la necessità di protezione creano un grande dilemma, risolvibile tramite una scelta giusta e ponderata su quali parabordi acquistare. Le forme più comuni sono quella sferica o quella allungata. È necessario fare attenzione nell'acquistare parabordi della stessa grandezza e forma in quanto parabordi grossi e sottili, tondi e piatti possono portare a grandi danni se appesi uno vicino all'altro. La misura è strettamente legata alla lunghezza e al peso della barca e all'altezza dello scafo. Una barca a bordo libero alto – cioè con una grande distanza tra la superficie dell'acqua e il ponte più alto – dovrà possedere dunque dei parabordi più ampi rispetto ad una barca di peso e dimensioni simili, ma a bordo libero basso.


Quale parabordo per quale imbarcazione?

Qual'è il parabordo più adatto alla mia barca?

Parabordo lungo

Langfender

Parabordo lungo

Il parabordo a forma lunga è il modello standard presente in qualsiasi porto e sulla maggior parte delle imbarcazioni. La ragione sta nella sua praticità e facilità di utilizzo. Può essere infatti utilizzato sia in orizzontale che in verticale grazie ai due terminali ad occhiello e fissato al railing o al corrimano nel caso di piccole imbarcazioni. Abbiamo disponibili per i nostri clienti sia i parabordi lunghi con cima passante sia quelli con occhielli rinforzati da entrambi i lati che possono essere fissati con una cima. In questo modo è possibile sfruttare qualsiasi possibilità di fissaggio.

Parabordo sferico

Kugelfender

Parabordo sferico

Il parabordo di forma sferica è un corpo in plastica di forma arrotondata/ovoidale che viene riempito con aria compressa. Il suo vantaggio è proprio dato da questa forma particolare, che grazie ad una perfetta forza di smorzamento dona protezione ad una vasta superficie dell'imbarcazione. I parabordi sferici sono spesso utilizzati con "cuscini di manovra" o "parabordi per standby" e vengono sfruttati per ancoraggio e manovre.

Consigliamo l'acquisto dei nostri parabordi di qualità SEATEC sia lunghi che sferici. I parabordi SEATEC vengono realizzati in un'azienda in Europa e sono sottoposti al rispetto di severe norme sulla qualità. Grazie alla produzione interna siamo ancora in grado di garantire prezzi ragionevoli per i nostri parabordi. Siamo anche in grado di soddisfare richieste di eventuali colori e dimensioni non disponibili nella nostra gamma.

Parabordi piatti

Flachfender

Parabordi piatti e a cuscino

I parabordi piatti e a forma di cuscino sono una grande invenzione! Il grande vantaggio di questa variante è la facilità di stivaggio, la difficoltà che possano scivolare e la molteplice varietà di applicazioni. Una volta che il parabordo non è piú necessario come protezione esterna dell'imbarcazione, può essere utilizzato per esempio come cuscino o come mini-tavolino. I parabordi a cuscino sono realizzati in schiuma e con un rivestimeno in nylon a seconda del modello. I parabordi a cuscino sono usati nelle chiuse o con gru e scivoli. L'unico svantaggio rispetto ai tradizionali parabordi in PVC è la leggerezza che in caso di vento forte può provocarne la perdita in mare. Inoltre i parabordi a cuscino tradizionali non sono così resistenti come quelli in PVC.
Suggerimento: in presenza di forte vento si consiglia di legare il parabordo a cuscino al bordo inferiore dell'imbarcazione con un nodo extra in modo che ne le onde ne il vento siano in grado di farlo volare via.
SeaEQ offre una nuova versione colorata di parabordi piatti. I parabordi piatti del marchio seaEQ sono molto lunghi, permettendo così di proteggere una grande area della vostra imbarcazione. Soprattutto quando non c`è molto spazio a bordo seaEQ sarà molto utile.

Parabordi per pontili

Dalbenfender

Parabordi per pontili e per pali di ormeggio

I parabordi da palo e quelli per pontili sono l'ideale per risparmiare spazio a bordo. Certamente dovrete disporre di un numero sufficiente di parabordi per la vostra sicurezza personale, ma potrete risparmiarvi molto disturbo utilizzando con un astuzia i parabordi da palo in tutte quelle situazioni in cui l'utilizzo di parabordi tradizionali necessiterebbe di più tempo e maggiore sforzo. I parabordi da pontile rotabili si presentano in diverse versioni, come per esempio rotondi, che ruotando accompagnano il movimento della barca.

Altri tipi di parabordo

Treppenfender

Altri tipi di parabordo

Oltre ai comuni parabordi lunghi o rotondi, ci sono diversi tipi di parabordo che possono risultare utili come parabordi a gradini o come scaletta.

Consigli

Wo verstau ich meine Fender?

Fatemi spazio – dove metto i miei parabordi?

Uno sguardo veloce al gavone e si presenta la stessa immagine nella maggior parte delle imbarcazioni: i parabordi occupano la maggior parte dello spazio e diventano piuttosto scomodi quando si devono riporre. Ma la sicurezza a bordo ha la priorità e non deve essere accantonata neanche in carenza di spazio, in quanto avere un parabordo troppo piccolo è quasi come non averlo. Dove riporli dunque? Il ponte e il railing sono il posto perfetto. Troverete qui una vasta scelta di supporti per parabordi in acciaio inossidabile robusto, facilmente montabili lungo il railing e disponibili diritti o obliqui per babordo e tribordo. Questi supporti possono essere fissati a poppa, dove interferiranno meno con lo spazio a bordo. Quando è necessario togliere i parabordi dalla coperta, vi rimangono due possibilità: riporli nei gavoni o in cabina.

Luft und Druck

Aria e pressione – a cosa stare attenti

Questi parabodi diritti e rotondi gonfiabili vengono spediti necessariamente sgonfi. Dovranno dunque essere gonfiati da voi. Ma come fare? Per i parabordi della marca Polyform, SVB offre ai clienti una speciale pompa ad aria. Questa pompa però non funziona coi parabordi SEATEC. Per gonfiare i SEATEC, consigliamo di farlo al distributore o in porto con un compressore d'aria. Di quanta pressione necessita il mio parabordo? I parabordi diritti e rotondi necessitano, a causa del loro volume, di poca pressione interna. La pressione raccomandata va da 0.15 a 0.2 bar, ma ciò dipende comunque dalle circostanze e dalla misura del parabordo. In comparazione, le ruote delle nostre biciclette SEATEC devono essere gonfiate fino a 2,5-3 bar. Attenzione: una pressione insufficiente limita la capacità del parabordo di offrire protezione, una pressione eccessiva invece diminuisce l'ammortizzazione e il comfort. In generale i parabordi lunghi non si dovrebbero piegare durante il gonfiaggio e dovreste riuscire a pompare l'aria senza incontrare un'eccessiva resistenza. Si consiglia di testare la corretta pressione dei parabordi. In caso di moderata perdita di pressione, è necessario gonfiarli nuovamente. È molto raro che un parabordo scoppi, ma se ciò avviene dovete essere attenti: la valvola di un parabordo bucato può divenire un vero e proprio proiettile! Gli specialisti di parabordi SVB consigliano perciò di appenderli con la valvole rivolte verso il basso. Così, nel caso in cui un parabordo dovesse rompersi, la valvola finirebbe in acqua e non contro qualcuno che si trova in coperta.

Come e dove colloco i miei parabordi?

Wo bringe ich den Fender an?

Dove?

È una domanda critica in quanto la posizione dei parabordi influirà sull'effettiva protezione dell'imbarcazione. Di norma, i parabordi vengono fissati lungo il railing, il corrimano o addirittura alla galloccia. Naturalmente il parabordo dovrebbe sempre essere fissato nei punti in cui potrebbero esserci graffi o danni alla barca. Nella maggior parte dei casi il parabordo viene appeso al railing. Se i vostri parabordi vengono esposti a forze e carichi elevati, consigliamo di assicurarli bene ad una galloccia, ad un winch o ad un listello forato. Il posizionamento errato può inoltre portare ad abrasioni e danni. Ciò riguarda i parabordi che sono stati posizionati o troppo in alto o troppo in basso sullo scafo: in questo caso dunque il parabordo non può offrire massima protezione. Quindi continuate a provare per trovare la giusta posizione! Piccolo consiglio: non utilizzate una unica cima per tutti i parabordi, ma una cima per ogni lato (almeno per quelli diritti), cosicchè possano difficilmente rotolare e causare danni allo scafo. Consiglio importante: è consigliabile preoccuparsi anticipatamente della protezione della propria imbarcazione rispetto ad altri skipper che non prendono abbastanza seriamente la manutenzione della propria barca e di munirsi di un numero sufficiente di parabordi per lato.

Wie bringe ich den Fender an?

Come?

Vi consigliamo di fissare i parabordi con un nodo parlato. Questa è la tipologia di nodo più diffusa, per esempio, in Germania, dove è uno degli argomenti d'esame per ottenere la patente nautica. Ci sono comunque ancora pareri discordanti tra i marinai riguardo i nodi parlati a cappio e i nodi parlati semplici per fissare i parabordi. Alcuni si affidano ai nodi a cappio per poter spostare i parabordi più velocemente in caso di necessità, mentre l'argomento principale a sostegno dell'utilizzo del nodo parlato semplice è la durata del nodo stesso, il quale si mantiene anche in condizioni difficili. SVB offre anche pratici supporti per parabordi in diversi materiali, colori e forme. Questi supporti hanno come conseguenza positiva la protezione della cima, evitando abrasioni alle funi del railing.

Webleinstek
Wie bringe ich den Fender an?

Il colore del mio parabordo – è davvero importante?

SVB offre molti parabordi in colori differenti. Naturalmente la scelta del colore si basa sul gusto personale, ma in parte ha anche uno scopo. Per esempio, nel caso in cui si utilizzi i parabordi come boe d'ormeggio, si adattano in particolare i colori appariscenti. Chiaramente i parabordi chiari in generale si sporcano più facilmente e quelli più scuri si adattano meglio ad uno scafo scuro. Nella scelta del colore per il vostro parabordo potete dunque fidarvi del vostro gusto personale.

Come pulire il mio parabordo?

Alla fine della stagione, noterete la punizione da voi inflitta al vostro parabordo! A causa di abrasioni dovute al contatto con yacht vicini arrugginiti e sporchi, i vostri parabordi necessiteranno di pulizia. Non aspettate la fine dell'inverno per pulirli, ma manteneteli puliti durante tutto il corso della stagione di navigazione o prima del rimessaggio. Offriamo a tal proposito una vasta scelta di prodotti per la pulizia ed è importante lavorare sempre coi guanti, evitando il contatto con la pelle e con gli occhi. Se i parabordi sono molto sporchi è consigliabile un prelavaggio con acqua e spugna.


Accessori utili e pratici per i parabordi

Fenderleine & Fendersocke

Cima per parabordi

Dovrebbe essere acquistata anche la cima per il rispettivo parabordo. Qui vi offriamo prodotti sia del marchio Gleistein che Liros in diversi colori.

Sostegno per parabordi

La tradizionale tavola di sostegno per parabordi è un accessorio complementare che non deve mancare a bordo. Protegge il parabordo dallo scivolamento e dalle collisioni indesiderate dello scafo con la paratia. Questo sostegno garantisce una protezione ottimale anche con parabordi da palo e parabordi convenzionali. Puó allo stesso tempo essere utilizzato come passerella.

Copriparabordi

Per prevenire lo sporco sui parabordi e sullo scafo, vi è un'altra possibilità: i copriparabordi. Sono prodotti con un materiale che permette una facile applicazione e rimozione. SVB offre coperture sia per parabordi lunghi che tondi, lavabili tranquillamente in lavatrice. Queste "calze" riparano inoltre dal fastidioso scricchiolio dei parabordi, soprattutto durante la notte. Piccolo consiglio contro lo scricchiolio, quando non avete alcun copriparabordo a disposizione: appendere un asciugamano bagnato tra lo scafo e il parabordo.

SVB utilizza cookies per garantirLe un acquisto facile e sicuro. Per saperne di più...  Ok