lang-it
Deutsch
English
Nederlands
Français
Español
Supporto tecnico: +39 0694806238

Carrello

Menu

SVB Yacht Charter Checklist

Forse è anche il vostro caso, che siete a pochi giorni dalla partenza della vostra crociera charter con la ciurma di familiari, amici, conoscenti o colleghi riunita. E allora c'è da organizzare tutto.. Una crociera charter non è un pacchetto vacanza. Per evitare che un'esperienza da sogno si trasformi in un incubo ci sono vari elementi da valutare già nella fase preparativa. In seguito troverete una Checklist con i nostri consigli per rendere il vostro viaggio una vacanza da sogno.

Checklist
da stampare:

PDF Download
Download »
Charteryacht

Da chiarire con lo skipper prima della partenza:

  • Esiste un trasferimento dalla stazione / aeroporto?
  • All'arrivo (di solito) la sera prima: dove si può alloggiare?
  • Quando avverrà la presa in consegna dell'imbarcazione?
  • A quanto ammonta il deposito?
  • È previsto il pagamento con carta?
  • Eventuali servizi aggiuntivi da pagare in loco (assicurazione, fuoribordo, pulizia finale, ecc)
  • Richiedere e rispettare ciò che è previsto nella lista equipaggiamento
  • Quali mappe sono a bordo, ci sono eventualmente guide dei porti o della zona?
  • Sono presenti servizi a bordo come per esempio asciugamani e biancheria da letto?
  • Richiedere quali documenti sono necessari

Da chiarire arrivati al punto di ritrovo per il charting

  • È presente una stazione di servizio sul posto? (in caso contrario, è necessario fare rifornimento rientrando in un altro porto)
  • C'è un supermercato nelle vicinanze? C'è un servizio di consegna?
  • Entro quando l'imbarcazione deve essere restituita? Quando avviene il cambio?
  • È possibile trascorrere l'ultima notte a bordo? Di solito l'imbarcazione deve essere ormeggiata in porto il venerdì sera e il cambio è fatto il sabato mattina.
  • Raccogliere informazioni sulle previsioni meteo. C'è possibilità di alluvioni o tempeste?
  • Chi è il contatto in caso di problemi dell'imbarcazione? Scambiarsi tutti i contatti telefonici.
  • In caso vi sia una pianificazione del viaggio, si prega di informare la società charter.

Alla presa di consegna della barca

  • Insistiate per avere un incontro nell'arco della giornata. Evitate la presa di consegna di notte o al crepuscolo!
  • Insistiate su una visita congiunta, per verificare i danni pre-esistenti e riportateli in un documento per iscritto!
  • Per la presa in consegna, procedete da soli con un solo partecipante ad accompagnarvi. Meglio lasciare il resto dei partecipanti ancora a terra!
  • C'è sempre una lista di controllo per il cambio di gestione. Tuttavia, è meglio creiate una lista vostra separata con tutti i punti rilevanti per voi. Iniziate dagli interni e procedete in modo sistematico verso l'alto.

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti su come si può stilare una lista dettagliata:

Sotto coperta

1. Sotto coperta

Sollevare pavimento per valutare lo stato delle pompe di sentina. Dove si trova il pannello di controllo e quali funzioni offre? Bloccare il controllo di porte e finestre, controllare gli ancoraggi.

Elettronica / navigazione

2. Elettronica / navigazione

Testare tutti gli strumenti e la radio. Fatevi spiegare le caratteristiche dell'attrezzatura. Sono presenti manuali a bordo? Cosa significano i simboli sui pannelli di controllo? Ci sono barometri, carte nautiche, portolani, elenco dei fari, manuali su maree e atlanti disponibili (se necessari)? Controllate che i documenti legati alla barca siano conformi che ci sia l´approvazione del charter, le concessioni di radiocomunicazione e liste equipaggio.

Corrente a bordo e elettricità

3. Corrente a bordo e elettricità

Controllare lo stato di carica delle batterie di avviamento e di alimentazione. Funziona il collegamento di alimentazione? C'è una prolunga? Dov'è l'interruttore?

Servizi igienici e acqua

4. Servizi igienici e acqua

Qual'è lo stato dei servizi igienici? Controllare il sistema dell'acqua di pressione per le docce e la funzione di aspirazione. La pompa si svuota? Dove è possibile svuotarla? Controllare il livello del serbatoio dell'acqua. C'è un disinfettante nel serbatoio dell'acqua?

Dispensa

5. Dispensa

Controllare il funzionamento di tutti i bruciatori e il forno. Se un gas più leggero a bordo. Dove è la bombola del gas e se piena? C'è un rivelatore di gas? Controllare il funzionamento del frigorifero. Lavandino, sistema di pressione dell'acqua, controllare flussi in uscita. Sono i principali utensili da cucina a disposizione?

Motore

6. Motore

Assicurarsi di avviare il motore per una corsa di prova. Lo scarico dell'acqua di raffreddamento è sufficiente? Funzionano tutti gli strumenti e l'indicatore del carburante? Controllare il livello del serbatoio. Controllo dell'olio (sostituzione) del motore. Ispezionare visivamente il motore: la cinghia trapezoidale è in ordine? Se il motore è stretto o esce da qualche parte di raffreddamento acqua o olio? Quanto carburante il motore utilizza? Qual è la gamma?

Ancoraggio

7. Ancoraggio

Va bene il tipo di ancoraggio e il peso dell'ancora per il tipo di barca? Qual è la lunghezza della catena (e l'ancora di riserva)? La fine è correttamente assicurata? Esaminate anche il verricello e il suo funzionamento. Ci sono a bordo una boa e una palla di ancoraggio?

Gommone

8. Gommone

Gonfiare assolutamente il tender. È resistente e a tenuta stagna? Assicurati di controllare la pompa e il timone per danni. C´è a disposizione un kit di riparazione?

Fuoribordo per gommone

9. Fuoribordo per gommone

Breve giro di prova (da non fare a secco!), controllare il livello del serbatoio. Ci sono candele e prese per le candele a bordo? C'è del carburante di scorta a bordo?

Rigging & vele

10. Rigging & vele

Controllare la curva albero e la tensione del paterazzo. Qual è lo stato del sartiame diritto? Issare le vele. Qual è la condizione delle vele (crepe, buchi, controllare se ci sono cuciture scucite!)? Ci sono tutti i baccelli necessari a bordo? Le cime sono in condizioni sufficientemente buone? C'è materiale di ricambio a bordo?

Sul ponte

11. Sul ponte

È tutto montato e funziona in modo sicuro? I verricelli girano facilmente e senza intoppi? I bozzelli sono funzionali e stabili?

Attrezzatura di sicurezza

12. Attrezzatura di sicurezza

Dove sono i giubbotti di salvataggio? Quanti sono a bordo? I giubbotti sono testati (con giubbotti automatici)? Controllo visivo di tutti i giubbotti. Dove si trova la zattera? È a norma? Ispezione visiva della zattera di salvataggio. Come viene attivata? Quali dispositivi di sicurezza ci sono ancora a bordo (sistema MOB sicurezza in mare, luci di emergenza, ecc). Chiede se possibile allo skipper ancora prima della partenza di lasciare aperte le cinture di sicurezza con le quali Lei e la ciurma potete assicurarvi. Massima importanza in questi casi: se si sta attenti che nessuno cada in mare, allora non sarà necessario salvare nessuno!


Note generali per il noleggio di una barca

Tutto sul tema della sicurezza

Per la sicurezza personale, i possessori di un giubbotto automatico dovrebbero sempre portarlo con sé, anche se si usufruisce di un servizio charter. Solo in rari casi infatti ci sono giubbotti automatici a bordo. Il giubbotto di salvataggio personale e le cinture di sicurezza associate dovrebbero essere i primi acquisti effettuati da un membro di un equipaggio anche in caso di charter. Assicurarsi di selezionare un modello con cablaggio integrato completo (spalle-inguine).

Sopra coperta non è buon uso indossare gioielli di qualsiasi tipo (anelli, collane, bracciali, orologi, ecc) a causa del rischio che ci si prenda sulla cima o simili. Inoltre, sopra coperta sarebbe meglio indossare solo calzature chiuse e resistenti. È vero che è bello stare a bordo a piedi nudi, ma è anche vero che è molto pericoloso!

La sostituzione dello skipper in charter

Prima dell'inizio del viaggio è importante nominare un capitano in seconda, designato dal capitano o selezionato dal personale di bordo. Egli subentrerà solamente se il capitano non riesce ad esercitare i suoi compiti a causa di malattia o di emergenza.

La sostituzione dello skipper in charter

Gestione dei contanti a bordo

È importante decidere prima della partenza la gestione dei soldi contanti a bordo. In questo modo ciascun partecipante, compreso lo skipper, contribuiranno per lo stesso importo. Con questo contante verrà pagato tutto ciò che riguarda l'imbarcazione. Con ciò si intende principalmente le accise portuali, il carburante e le eventuali riparazioni. In modo analogo si possono gestire anche le spese per la cambusa. È importante, in ogni caso, concordare in anticipo con tutto l'equipaggio quali spese saranno pagate dal fondo comune e quali no. Questo evita liti durante e dopo il viaggio! Per decidere quale sia un congruo importo per il fondo cassa, va valutata la zona e le esigenze e necessità personali. In generale, tuttavia, si preferisce fissare un importo più alto e dividere il residuo tra tutti i membri dell'equipaggio. In generale un importo di 400€ per persona a settimana è considerato adeguato da molti equipaggi di charting. La cassa è gestita di solito da un membro dell'equipaggio o dallo Skipper che tiene un registro di cassa in cui sono registrati i depositi e le spese. In queste circostanze si potrebbero rivelare molto utili le applicazioni per smartphone che forniscono in qualsiasi momento una panoramica chiara delle spese.


Presa in custodia mediante skipper

Quando l'intero equipaggio è a bordo

  • Visita della nave: divisione delle cabine! Servizi igienici, magazzini, dispensa, finestre, porte, botole, ecc mostrare e spiegare
  • Spiegare illuminazione, quadri, macchine di navigazione
  • Spiegare radio e GPS. Tutti a bordo dovrebbe almeno sapere come leggere una posizione e comunicarla via radio.
  • Spiegazione di ancore, parabordi, linee e tender
  • Avviare il motore e dire a tutti come questo va spento!
  • Spiegazione delle regole di condotta (sopra e sotto coperta)
  • Informazioni sulla sicurezza (vedi Checklist separata)

Prima della prima manovra

  • Ripartizione dei compiti all'equipaggio, discutere le manovre standard
  • Creare un piano di sicurezza
  • Descrizione delle manovre e vele

Durante la prima manovra

  • Ormeggio e ancoraggio sicuro, posizionamento dei parabordi
  • Arrestare l'imbarcazione per testarne il funzionamento. Da effettuare in acque tranquille (per esempio, ancora nel porto) a bassa velocità, a dritta quindi sulla battuta senza correzioni dello sterzo. In quanto tempo la barca si ferma? Quanto e quale effetto si verifica sulle viti laterali?

Il briefing di sicurezza da parte del capitano di un'imbarcazione

Mezzi di salvataggio

  • Dare a tutti i membri dell'equipaggio una panoramica di tutte le attrezzature di soccorso disponibili a bordo
  • Dove sono i mezzi di salvataggio?
  • Per quale necessità si usa ciascun mezzo?
  • Come vengono maneggiati? La corretta gestione delle attrezzature di salvataggio.

Esercitazione in caso di emergenza

  • Verificare la corretta applicazione di un giubbotto di salvataggio
  • Attivazione scialuppa di salvataggio
  • Manovra MOB: mostrare la manovra a tutti i membri dell'equipaggio per poi esercitarla nella pratica.
  • Come faccio ad emettere una chiamata di emergenza via radio? Creare uno schema per la chiamata di emergenza e spiegare tutti i membri dell'equipaggio come leggere la posizione del GPS e di come effettuare una chiamata di soccorso (DSC e voce). Spiegare come annullare la chiamata in caso di falso allarme.

Incendio a bordo

  • Cosa fare in caso di incendio?
  • Posizione e funzionamento di estintori e coperta anti-incendio
  • Cosa fare in caso di incendio in sala macchine?
  • In che modo attivare l'arresto di emergenza del sistema gas?

Perdite d'acqua

  • Protezione per perdite: spiegare che cosa deve essere fatto per limitare i danni agli elementi presenti a bordo per fermare l'ingresso di acqua, o diminuirlo
  • Funzionamento della pompa di sentina automatica, posizione e il funzionamento della pompa di sentina manuale

Feriti a bordo

  • Attrezzature di pronto soccorso e kit di pronto soccorso: dove sono disposti e come si usano
  • Designare i soggetti responsabili
Feriti a bordo


Preparare i bagagli per una vacanza charter

Una vacanza charter si differenzia per molti aspetti da una in hotel o in appartamento. Questo è anche e soprattutto vero per la preparazione dei bagagli.
Prima di tutto, non portare la valigia a bordo! Le valigie infatti non solo sono ingombranti quindi difficili da sistemare, ma sopratutto possono diventare pericolosi "missili" in condizioni di mare grosso. Meglio utilizzare borse o borsoni. Questi scompaiono quando vuoti in un armadietto e non rappresentano rischio per nessuno.


Scarpe da barca

Importanti sono scarpe chiuse visibili, antiscivolo e non la colorazione unica. In caso si bagnino, dovreste portarne un secondo paio. In spiaggia, ma anche nei servizi igienici nei porti sono necessarie anche delle ciabatte.

Scarpe da barca

Abbigliamento nautico

Per sapere come vestirsi è necessario definire la destinazione. Molti viaggi charter si svolgono in climi meridionali. Quindi da portare sono una giacca a vento leggera, traspirante e impermeabile, in combinazione con un pantalone leggero e allo stesso modo traspirante e impermeabile. Un paio di ricambi per intimo termico di solito sono sufficienti. Si può evitare di portare gli stivali poiché il maltempo è piuttosto breve e raro.

La situazione è diversa quando si viaggia in latitudini settentrionali. Se si affitta, per esempio, sul Mar Baltico, il Mare del Nord o sul Mar Ljssel. In questo caso c'è maggiore rischio di intemperie perciò sarà necessario disporre di abbigliamento da barca e intimo termico. Saranno materiali necessari per climi di questo tipo. Spesso questo abbigliamento viene detto appunto “abbigliamento da barca o meglio ancora "offshore". La biancheria termica è spesso usata per attività come lo sci. Come strato intermedio caldo è meglio scegliere il pile, in quanto supporta la traspirabilità ed è funzionale. Non scegliete invece per nessun caso il cotone o la lana sotto la giacca impermeabile. Lana assorbe l'acqua e distrugge quindi la traspirabilità. Il risultato è una sensazione di viscido, umido e freddo. Sono consigliati infine stivali da navigazione e calzini termici: un must in queste zone!

Altri capi di vestiario

Per esperienza gli equipaggi charting nei mari meridionali si ritrovano con davvero troppi vestiti a bordo. Prendetevi il tempo prima di partire per studiare le condizioni atmosferiche prevalenti nella zona di navigazione. Spesso infatti si passa tutto il giorno in costume da bagno e T-shirt. Basteranno quindi un numero di T-shirt sufficiente. Portate anche dei pantaloni lunghi e una camicia per eventuali cene in ristorante, immancabili, altrimenti ci si potrebbe trovare in imbarazzo e non rispettare il “dress code”. Come linea guida per una vacanza charter di 10-14 giorni nel Mar Mediterraneo potete basarvi su questa lista:

  • Biancheria intima per ogni giornata di viaggio
  • 10 T-shirt
  • 2-3 camicie a maniche lunghe
  • 1 maglione leggero
  • 4-5 pantaloni corti / shorts
  • 2 pantaloni lunghi
  • 2-3 costumi da bagno

Nelle zone settentrionali resta lo stesso schema, ma servono meno T-shirt, pantaloncini e costumi da bagno e si raddoppia il numero di camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi. Inoltre è bene sostituire il maglione leggero con uno più caldo.


Di che altro avrete bisogno

Nella borsa mettete necessariamente anche questo:

  • Giubbotto di salvataggio personale, con imbracatura e cinghia di sicurezza
  • 2 teli da bagno
  • 2 asciugamani normali
  • 1 coperta leggera
  • Beauty-case da bagno con tutti gli accessori necessari per la quotidiana cura del corpo
  • Shampoo per uso con acqua di mare, infatti si può lavare solo con acqua salata
  • Protezione solare adeguata con un alto fattore di protezione solare (si sarà esposti più o meno tutto il giorno!)
  • Un cappello, per esempio, un berretto, cappello da sole
  • Guanti per uso in barca a vela e un paio per maneggiare motori e attrezzatura tecnica
  • Occhiali da sole. Fare attenzione che le lenti siano polarizzate
  • Sacco a pelo
  • Farmaci se necessari

Che cosa si può tranquillamente lasciare a casa

Dal momento che le barche dispongono solo di invertitore ondulare e l'energia a bordo è comunque limitata, si dovrebbe lasciare a casa tutte le apparecchiature alimentate a 230 Volt . Ciò è particolarmente vero per l'asciugacapelli o, per esempio, per caricabatterie per cellulari. I telefoni cellulari possono essere caricati direttamente tramite rete di bordo. Specifici adattatori, come ad esempio cavo di ricarica USB, sono facilmente reperibili in commercio.

230 V

Equipaggiamento accessorio utile

Molte barche sono dotate delle attrezzature necessarie. Se avete già preparato il bagaglio, preparate una box con alcuni utensili utili per la gestione giornaliera inserendo:

  • Un buon coltellino svizzero, preferibilmente con Marlinspike
  • Un multi-tool con vari strumenti
  • Alcune maniglie e moschettoni
  • Drizze per sistemare le cose o per assicurarle
  • Fascette per il fissaggio
  • Dispositivo GPS portatile, in modo da non essere completamente dipendente dall'elettronica di bordo
  • Una bussola analogica
  • Anemometro per determinare la velocità del vento reale: i sistemi di misurazione del vento si trovano su pochissime barche
  • Radio multi-banda (onde corte) al fine di ricevere le previsioni del tempo in italiano
  • Binocoli, preferibilmente regolazione
  • Radio VHF portatile


La cambusa

Lo yacht è normalmente dotato di cucina con provvista di tutti gli utensili necessari alla preparazione di piatti semplici. Tuttavia, vi è spesso una mancanza di strofinacci, detersivo per piatti, salviette e spugne. Basta chiedere a qualsiasi membro dell'equipaggio che se ne occupi. Lo stesso vale per le spezie, aceto, olio, ecc. Portateli preferibilmente da casa in piccole quantità per tutta la durata del viaggio scalando la spesa dal fondo cassa!

Se si prepara cibo a bordo, si utilizzerà l'acqua dai serbatoi. Assicurarsi che questa sia stato trattata con un disinfettante. Badate di portarvelo comunque da casa poiché non è acquistabile ovunque.

I documenti di viaggio charter

Ricordatevi per tempo di compilare i vostri documenti personali e di viaggio. Controllare la validità dei documenti e assicuratevi che siano sufficienti. Per esperienza a seguito una lista completa:

  • Passaporto, eventualmente con visto
  • Carta d'identità
  • Licenze per la barca
  • Tagliandi per apparecchi radio e telefono
  • Contratto per uso Charter
  • Documenti assicurativi

Utili sono anche eventualmente: una guida, carte nautiche e diario di bordo nonché una guida del distretto in cui si naviga.



SVB utilizza cookies per garantirLe un acquisto facile e sicuro. Per saperne di più...  Ok